Contenuto principale

Messaggio di avviso

INTRODUZIONE

Il curricolo della scuola rientra nel processo di definizione degli apprendimenti delineati dal corpo docente dell’I.I.S.“Cattaneo-Mattei” di Monselice. è il frutto di un intenso lavoro collettivo, che ha coinvolto per più di un anno tutti i docenti dell’Istituto.

La stesura del curricolo è avvenuta secondo quanto disposto nelle Indicazioni nazionali per i Licei e nelle Linee guida per gli Istituti tecnici e professionali, che si inseriscono in un quadro complessivo generale che prende il nome di Profilo educativo culturale e professionale dello studente.

Ogni disciplina concorre alla formazione dello studente mediante il raggiungimento di obiettivi specifici di apprendimento distinti per ogni indirizzo e diversificati in obiettivi per il primo biennio, per il secondo biennio e per il quinto anno. Il Profilo educativo culturale e professionale dello studente, oltre a definire tali obiettivi specifici, indica i risultati di apprendimento comuni e descrive i risultati peculiari a ciascun percorso di studio.

Il curricolo è espressione della libertà di insegnamento e dell’autonomia scolastica e al tempo stesso esprime le scelte della comunità professionale docente e l’identità dell’Istituto scolastico. È uno strumento che consente di rilevare il profilo del percorso di studi che i docenti hanno elaborato secondo le Indicazioni nazionali e le Linee guida.

Per il corpo docente il curricolo si presta ad essere inoltre uno strumento didattico utile per lo sviluppo e l’organizzazione della ricerca e per l’innovazione educativa.

Il percorso di studi prevede l’adozione di un approccio didattico per competenze (in linea con l’impostazione dell’Europa) e una revisione della programmazione disciplinare anche, ma non solo, in relazione al quadro orario relativo a ciascuna disciplina.

IL CURRICOLO: COSA COMPRENDE E COM’È ORGANIZZATO

Nel curricolo si trovano esposti i nuclei fondanti e i contenuti imprescindibili intorno ai quali il legislatore ha individuato un patrimonio culturale comune condiviso. Le Indicazioni nazionali e le Linee Guida in merito a tale patrimonio sono state recepite dalla scuola attraverso un percorso di analisi che ha portato alla redazione del curricolo. Il contenuto del curricolo riguarda l’esplicitazione delle competenze relative alle materie di studio poste in relazione ad argomenti del programma di cui si tratteggiano i contenuti irrinunciabili e l’eventuale indicazione di approfondimenti da compiersi per classi parallele, fermi restando i criteri costitutivi delle Indicazioni nazionali e delle Linee Guida che riguardano, tra l’altro, l’unitarietà della conoscenza da realizzarsi tramite il dialogo fra le diverse discipline di studio,il rifiuto del nozionismo e il grande spazio dato all’apprendimento laboratoriale.

Lo sviluppo e l’affinamento di conoscenze ed abilità disciplinari attivano l’esercizio di competenze utili per il trasferimento di quanto appreso ad altri e nuovi ambiti di applicazione e problemi

Il curricolo è suddiviso per indirizzo e articolato in sezioni, ciascuna dedicata ad una disciplina o ad un ambito disciplinare.

Ogni sezione è nata dall’attività concertata dei docenti componenti i singoli Dipartimenti ed espone il profilo disciplinare per l’intero arco temporale previsto per l’insegnamento/apprendimento della materia (che per talune discipline è circoscritto al primo biennio, per altre è quinquennale, per altre ancora è previsto per il secondo biennio e quinto anno).

In alcune sezioni una premessa chiarisce l’impostazione assunta dai docenti nella redazione della specifica parte del curricolo di propria competenza.

In alcuni casi vi è una esplicita declinazione degli assi culturali in funzione delle competenze da acquisire.

DEFINIZIONI: CONOSCENZE, ABILITÀ, COMPETENZE, ASSI CULTURALI

Il Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente (EQF) elaborato dalla Commissione europea6, che funge da riferimento per l’elaborazione trasparente e armonizzata dell’apprendimento all’interno dei diversi sistemi nazionali di qualificazione di vari Stati offre le seguenti definizioni di conoscenze, abilità e competenze.

Le conoscenze, intese come il risultato dell’assimilazione di informazioni attraverso l’apprendimento, sono un insieme di fatti, principi, teorie e pratiche relative ad un settore di lavoro o di studio. Nel contesto del Quadro europeo delle qualifiche le conoscenze sono descritte come teoriche e/o pratiche.

Le abilità indicano le capacità di applicare conoscenze e di utilizzare know-how per portare a termine compiti e risolvere problemi. Nel contesto del Quadro europeo delle qualifiche le abilità sono descritte come cognitive (comprendenti l’uso del pensiero logico, intuitivo e creativo) o pratiche (comprendenti l’abilità manuale e l’uso di metodi, materiali, strumenti).

Le competenze corrispondono ad una comprovata capacità di utilizzare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e personale.

Di seguito è allegato il curricolo, diviso per indirizzo Liceale, Tecnico e Professionale.

Allegati:
Scarica questo file (INTRODUZIONE.pdf)Introduzione[ ]298 kB
Scarica questo file (LICEO.zip)Liceo[ ]2837 kB
Scarica questo file (PROFESSIONALE.zip)Professionale[ ]2784 kB
Scarica questo file (TECNICO.zip)Tecnico[ ]3259 kB